Papa Giovanni Paolo II

 

 

Karol Józef Wojtyła, divenuto Giovanni Paolo II con la sua elezione alla Sede Apostolica il 16 ottobre 1978, nacque a Wadowice, città a 50 km da Kraków (Polonia), il 18 maggio 1920. Era l’ultimo dei tre figli di Karol Wojtyła e di Emilia Kaczorowska, che morì nel 1929. Suo fratello maggiore Edmund, medico, morì nel 1932 e suo padre, sottufficiale dell’esercito, nel 1941. La sorella, Olga, era morta prima che lui nascesse. è stato il 264º vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica (il 263º successore di Pietro) e 6º sovranodello Stato della Città del Vaticano (accanto agli altri titoli connessi al suo ruolo). Fu eletto papa il 16 ottobre 1978. In seguito alla causa di canonizzazione, il 1º maggio 2011 è stato proclamato beato dal suo immediato successore Benedetto XVI e verrà festeggiato annualmente nel giorno del suo insediamento, il 22 ottobre. Nella storia della Chiesa, non capitava da circa un millennio che un papa proclamasse beato il proprio immediato predecessore.
Fu battezzato il 20 giugno 1920 nella Chiesa parrocchiale di Wadowice dal sacerdote Franciszek Zak; a 9 anni ricevette la Prima Comunione e a 18 anni il sacramento della Cresima.
Quando le forze di occupazione naziste chiusero l’Università nel 1939, il giovane Karol lavorò (1940-1944) in una cava ed, in seguito, nella fabbrica chimica Solvay per potersi guadagnare da vivere ed evitare la deportazione in Germania.
A partire dal 1942, sentendosi chiamato al sacerdozio, frequentò i corsi di formazione del seminario maggiore clandestino di Cracovia, diretto dall’Arcivescovo di Cracovia, il Cardinale Adam Stefan Sapieha. Nel contempo, fu uno dei promotori del "Teatro Rapsodico", anch’esso clandestino.

Primo papa non italiano dopo 455 anni, cioè dai tempi di Adriano VI (1522 - 1523), è stato inoltre il primo pontefice polacco, e slavo in genere, della storia.

Giovanni Paolo II intraprese sin dal principio del suo pontificato una vigorosa azione politica e diplomatica contro il comunismo e l'oppressione politica, ed è considerato uno degli artefici del crollo dei sistemi del socialismo reale, già controllati dall'ex Unione Sovietica. Combatté la Teologia della liberazione, intervenendo ripetutamente in occasione di avvicinamenti di alcuni esponenti delclero verso soggetti politici dell'area marxista. Stigmatizzò inoltre il capitalismo sfrenato e il consumismo, considerati antitetici alla ricerca della giustizia sociale, causa d'ingiustificata sperequazione fra i popoli e lesivi della dignità dell'uomo. Nel campo dellamorale, si oppose fermamente all'aborto e all'eutanasia, e confermò l'approccio tradizionale della Chiesa sulla sessualità umana, sulcelibato dei preti, sul sacerdozio femminile.

I suoi 104 viaggi in tutto il mondo videro la partecipazione di enormi folle (tra le più grandi mai riunite per eventi a carattere religioso). Con questi viaggi apostolici, Giovanni Paolo II coprì una distanza molto maggiore di quella coperta da tutti gli altri papi messi assieme. Questa grande attività di contatto (anche con le generazioni più giovani, con la creazione delle Giornate Mondiali della Gioventù) fu da molti interpretata come segno di una seria intenzione di costruire un ponte di relazioni tra nazioni e religioni diverse, nel segno dell'ecumenismo, che era stato uno dei punti fermi del suo papato.

Sul piano dei rapporti con l'Italia, i viaggi sottolinearono l'intenzione di separare l'aspetto politico da quello religioso, come il Pontefice stesso tenne a sottolineare, due anni dopo la revisione del Concordato, nel 1986, a Forlì, ricordando che il precedente papa a visitare quella città era stato Pio IX, in veste anche di capo di Stato: "Da allora, la situazione politica è profondamente mutata, ed è stata come tale ufficialmente riconosciuta dalla Chiesa".

Papa Wojtyła beatificò e canonizzò molte più persone di ogni altro pontefice: le persone da lui beatificate furono 1338 e quelle canonizzate 482, mentre i predecessori nell'arco dei quattro secoli precedenti avevano proclamato soltanto 300 santi. Il 14 marzo2004 il suo pontificato superò quello di Leone XIII come terzo pontificato più lungo della storia (dopo quello di Pio IX e quello tradizionalmente attribuito a Pietro apostolo).
 

Sull'onda del processo di rinnovamento ecclesiastico avviato dal Concilio Vaticano II, Giovanni Paolo II fece a meno - come il suo predecessore - di parte della simbologia e del cerimoniale tradizionale al fine di rendere il suo pontificato meno simile ad un vero e proprio regno. Decise, pertanto, di non usare il pluralis maiestatis, riferendosi a sé stesso con «Io» al posto di «Noi», e optò per una semplice messa di inaugurazione del ministero petrino, al posto della tradizionale cerimonia di incoronazione papale. Il suo stemma, come quello dei predecessori, fu sormontato della tiara (o triregno), un copricapo extra-liturgico adottato dai papi, sia negli stemmi che nelle apparizioni pubbliche, all'inizio del XIV secolo e visto spesso come un simbolo di potere terreno e di ricchezza, ma egli non la indosserà mai sostituendola con la mitria.

 

Qui di seguito una lista dei luoghi connessi con il Papa, che potete visitare a Cracovia.

  • Il palazzo dei vescovi di Cracovia: ul. Franciszanska 3
  • Basilica di San Francesco D'Assisi e dei Francescani: ul. Franciszanska 2
  • Chiesa del Santissimo Giuseppe Bermardino Presso: ul Poselska 21
  • L'edificio del decano: ul. Kanonicza 21
  • Seminario spirituale superiore dell'arcidiocesi di Cracovia: ul. Podzamcze 8
  • Basilica arcicattedrale di San Stanislao BM e San Waclaw: Wawel
  • Chiesa di S. Michele Arcangelo e S. Stanislao vescovo e martire sita sulla collina: Via Skaleczna 15
  • La casa di Giovanni Tyranowski: ul. Ròzana 11 - accessibile solo l'esterno
  • Chiesa di S. Stanislao Kostka XX dei salesiani a Debniki: ul. Konfederacka 6
  • La casa sita in ul. Szwedzka 12 (visitabile solo l'esterno)
  • La casa sita in ul. Tyniecka 10 (visitabile solo l'esterno)
  • La casa sotto ai tigli: ul. Ksiecia Jozefa 55a
  • La casa presso ul. Komorowski 7
  • La pietra papale nei campi Blonia
  • Il monumento a Giovanni Paolo II sito nel parco H. Jordan: entrata dal viale 3 Maja
  • La casa presso ul. Felicjanek 10
  • Filarmonica di Cracovia/ casa cattolica: ul. Zwierzyniecka 1
  • Colleggium Novum dell'università Jagiellona: ul. Golebia 24
  • Colleggio di Sant' Anna: ul. sw Anny 11
  • Collegium Maius: ul. Jagiellonska 15
  • Basilica Mariacka della celeste vergine: piazza centrale
  • Basilica di S. Floriano: ul. Warszawska 1
  • Statua di Giovanni Paolo II nel parco Strzelecki: ul. Lubicz
  • La tomba dei genitori di Giovanni Paolo II presso il cimitero Rakowicki: la localizzazione della tomba è segnalata sulla piantina che si trova all'entrata e che porta alla parte militare del cimitero presso via Prandoty
  • Chiesa di Santa Jadwiga Regina: ul. Lokietka 60
  • Ospedale Giovanni Paolo II: ul. Pradnicka 80
  • Chiesa "Ecce Homo" delle SS. Albertine: ul. Woronicza 10
  • Chiesa del Signore Gesù Buon Pastore: ul. Dobrego Pasterza 4
  • Chiesa di San Massimiliano Maria Kolbe a Mistrzejowice: quatriere Tysiaclecia 86
  • Chiesa della madre di Gesù regina della Polonia arca del Signore a Bienczyce: ul. Obroncow Kryza 1
  • Convento dei Cistersi a Mogila: ul. Klasztorna 11
  • Chiesa MB dell'aiuto continuo dei redentori: ul. Zamojskiego 56
  • Santuario di Gesù misericordioso a Lagiewniki: ul. Siostry Faustyny 3-9
  • Vecchi stabilimenti di Soda "Solvay": via zakopianskiej 62- Centro di Arte Contemporanea "Solvay"
  • Le cave di Zakrzow: cappella presso l'incrocio con le vie Norymberska-Pychowicka-Wylom
  • Convento dei benedettini a Tyniec: ul. Benedyktynska 37
  • Aeroporto internazionale Giovanni Paolo II: Cracovia, Balice

 

Curiosità 

  • Nel 2004 ricevette un Premio Carlo Magno straordinario da parte della città di Aquisgrana, in Germania.
  • Anche se è difficile provare che abbia canonizzato più santi di tutti i suoi predecessori, poiché i documenti relativi a molte delle prime canonizzazioni sono incompleti, mancanti o poco accurati, è noto che l'abolizione, da parte sua, dell'ufficio di Promotor Fidei (Promotore delle Fede, noto anche come avvocato del Diavolo) ha reso più scorrevole il processo di canonizzazione. È comunque significativa l'assoluta discontinuità con tutti i suoi predecessori più prossimi: si calcola che fino all'ottobre 2004, abbia beatificato ben 1.340 cristiani.

  • Lo chiamarono l'atleta di Dio, e atleta Giovanni Paolo II lo fu davvero: appassionato scalatore, nuotatore e molto abile nel canottaggio, oltre che abile sciatore, ha sempre amato praticare gli sport finché la salute glielo ha permesso. In nome della sua passione per il calcio in età giovanile, quando giocava nel ruolo di portiere, fu insignito della nomina di membro onorario del Futbol Club Barcelona nel 1982 e dell'FC Schalke 04.

  •  Sono state annotate più di un centinaio di uscite segrete dal Vaticano per trascorrere momenti di vacanza; frequenti soprattutto le visite sui vicini monti dell'Abruzzo dove, il suo segretario dichiara, «era come se riprendesse le forze».

  • L'unica auto mai appartenuta a Giovanni Paolo II, una Ford Escort celestina del 1975, auto con la quale aveva percorso più di 100.000 km prima dell'elezione al soglio di Pietro, è stata più volte venduta in aste internazionali ed è tuttora valutata dai 3 ai 5 milioni di dollari. L'auto era stata inizialmente fatta mettere all'asta da Wojtyła stesso per accumulare fondi per le missioni apostoliche e così venne affidata all'agenzia Kurse. L'ultimo proprietario, un avvocato collezionista di auto di Houston se la è aggiudicata per 680.000$.

  • Papa Giovanni Paolo II per i suoi molteplici viaggi è stato insignito del riconoscimento di Globetrotter onorario dopo l'udienza del novembre 2000 quando ricevette gli Harlem Globetrotters.

  • Giovanni Paolo II è stato inserito tra le 10 persone del XX secolo più ammirate del mondo secondo la classifica Citizen stilata dalla società Gallup.

  • Una popolare credenza attribuisce a Giovanni Paolo II la creazione in gioventù di un intricato problema scacchistico che pubblicò nel 1946 ma probabilmente la storia fu un'invenzione di Tomasz Lissowski.

  • A Introd (Valle d'Aosta) è sorto il "Museo Giovanni Paolo II" per ricordo a tutte le sue vacanze estive trascorse nella località.

  • Nel 1994 ha ricevuto il premio come Uomo dell'anno dalla rivista americana Time.

 

Se siete interessati alla visita della città del Papa, potete cliccare sul seguente link.

Ciao! Mi chiamo Salvo, sono un italiano che lavora nel settore turistico qui a Cracovia da più di 7 anni. Questo servizio gratuito, è stato creato per servire e tutelare tutti gli italiani in vacanza a Cracovia. Non esitate a contattarmi, sarò felice di aiutarvi.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Appartamenticracovia.com e riceverai le nostre migliori offerte su misura per te!



Vip tour Krakow



  • GALLERIA 28

    Persone fino a 2, camera(e) 2

    Prezzo caldo: 300.00 Zloty (PLN)

  • GALLERIA 21

    Persone fino a 2, camera(e) 1

    Prezzo caldo: 210.00 Zloty (PLN)

  • GALLERIA 32

    Persone fino a 2, camera(e) 6

    Prezzo caldo: 210.00 Zloty (PLN)

  • GALLERIA 30

    Persone fino a 2, camera(e) 1

    Prezzo caldo: 210.00 Zloty (PLN)

  • LOSANNA

    Persone fino a 3, camera(e) 1

    Prezzo caldo: 240.00 Zloty (PLN)

  • SPRITZ

    Persone fino a 3, camera(e) 1

    Prezzo caldo: 170.00 Zloty (PLN)

  • LIVERPOOL

    Persone fino a 10, camera(e) 3

    Prezzo caldo: 490.00 Zloty (PLN)

  • NOBILE 1

    Persone fino a 4, camera(e) 1

    Prezzo caldo: 190.00 Zloty (PLN)

  • AMBASCIATORE

    Persone fino a 10, camera(e) 5

    Prezzo caldo: 350.00 Zloty (PLN)

  • GALLERIA 3

    Persone fino a 2, camera(e) 1

    Prezzo caldo: 190.00 Zloty (PLN)

Miniera di Sale

Appartamenti cracovia

Perché affidarsi a noi? Leggi alcuni motivi
+48 889 557 929